mood marketing

mood agency

Da Alassio a Torino e Milano volando con l’eli-taxi

Alassio-Torino in 45 minuti, altrettanti per raggiungere Milano, 18 per arrivare a Montecarlo, un’ora e mezza per Roma. Senza code e senza problemi per trovare un parcheggio libero. Sono i tempi di percorrenza del servizio di elicottero-taxi che da qualche mese è in funzione, con un discreto successo, all’aeroporto Panero di Villanova d’Albenga. Il servizio è curato dalla Air Corporate, azienda veneta specializzata proprio nel trasporto passeggeri in elicottero. A Villanova d’Albenga è presente con un Dauphin AS 365 N2, un velivolo in grado di trasportare 8 passeggeri in configurazione Vip a una velocità massima di crociera di 281 Km/ora. Una vera e propria «limousine dei cieli» destinata, naturalmente, ad una clientela facoltosa. Un direttore commerciale della Rolls Royce ripeteva che «se chiedi quanto costa, significa che non puoi permettertela», nel caso dell’elicottero-taxi il costo è decisamente importante: Torino-Villanova d’Albenga costa quasi 3 mila euro, 400 euro a testa se si trovano altri 7 passeggeri. Un costo decisamente superiore ad altri mezzi di trasporto ma che, in cambio, permette un notevole risparmio di tempo e la possibilità di ammirare la Riviera dall’alto.

 

I VANTAGGI

Spiega Roano Grandi, accountable manager di Air Corporate: «Vorremmo incrementare questo tipo di attività dando impulso sia all’aeroporto di Villanova che a tutto l’entroterra ingauno. Quella in elicottero è una modalità di trasporto tutto sommato innovativa ma che ha sicuramente i suoi vantaggi in termini di tempo, visibilità e impatto su tutta la realtà sociale. L’obiettivo è fornire ai clienti più facoltosi e agli uomini d’affari, un servizio rapido ed efficace, in grado di trasportarli in breve tempo nelle mete previste dal servizio di air taxi».

 

IL TRAFFICO

Soddisfatto anche Alessandro Pasqualini, membro del cda dell’aeroporto: «Un servizio sempre più Business Aviation che si inserisce nella linea che abbiamo delineato già da un po’ di tempo e che un po’ alla volta riusciamo a concretizzare, nonostante ci sia ancora una luxury tax e tante cose difficili da superare senza le quali avremmo uno sviluppo molto più rapido. Dopo l’elicottero mi auguro che arrivino, anzi dovranno arrivare, gli investimenti e un po’ di traffico che era qua ed è stato preso da altri aeroporti in altre nazioni proprio a seguito della luxury tax».

In questi primi mesi sono stati molti (certo, non c’è stata la fila) i turisti che hanno utilizzato il servizio, per arrivare e ripartire dalla Riviera, ma anche per raggiungere in tempi stretti alcune delle città d’arte come Venezia, Firenze, Roma e la stessa Torino. Soddisfatti gli operatori turistici, in primo luogo i responsabili dei più prestigiosi e lussuosi alberghi della Riviera, come il Grand Hotel di Alassio e il Relais & Chateaux La Meridiana di Garlenda. «Durante l’estate diversi clienti, sia stranieri che italiani, hanno utilizzato l’eli-taxi, un servizio che mancava e che, sono convinto, avrà successo proprio per il risparmio di tempo che permette», commenta Davide Crema, direttore del Gran Hotel di Alassio.

Your thoughts, please

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *